Progetti per il territorio
Una scuola più ampia per San Polo, un parcheggio funzionale per il capoluogo
Gli investimenti rispondono alle nuove esigenze della comunità

foto

vai ]

 

Strumenti Urbanistici - il territorio che cambia

Il Comune di Greve in Chianti, in esecuzione delle Deliberazioni della G.C. n. 125 del 12.09.2011, n. 178 del 28.12.2012, n. 89 del 30.05.2013 e della Determinazione n. 30 del 14.06.2013, intende conferire a soggetti anche in forma associata l’incarico di progettazione della variante generale al Piano Strutturale e al Regolamento Urbanistico nonché della variante anticipatoria per confermare e integrare le previsioni del Regolamento Urbanistico.
Il bando in oggetto e i relativi allegati sono scaricabili dalla Scarica documenti > Bandi per conferimento incarichi di questo sito web.


Info:
Comune di Greve in Chianti
Settore 5 - Servizi di Gestione del Territorio e alle Imprese
Via Luca Cini, 1 - 50022 Greve in Chianti (FI)
Responsabile Unico del Procedimento: Arch. Mila Falciani
Tel: 055/85.45.221-295 - Fax: 055/85.44.727
Indirizzo internet e profilo committente (URL): www.comune.greve-in-chianti.fi.it
E-mail: urbanistica@comune.greve-in-chianti.fi.it

 

AVVISO SULLA GARA CODICE CIG 5188318F71
SI INFORMA CHE A CAUSA DELLO SCIOPERO DEI TRASPORTI PREVISTO PER IL GIORNO 5 AGOSTO P.V., DOVENDO GARANTIRE LA POSSIBILITA' DI CONSEGNA DELLE OFFERTE ANCHE IN QUELLA GIORNATA COME PREVISTO DAL BANDO, I PLICHI, POTRANNO ESSERE CONSEGNATI ANCHE A MANO PRESSO L'UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE, RITENENDO TALE MODALITA' EQUIVALENTE A QUELLE PREVISTE NEI DOCUMENTI DI GARA.
SI INFORMA INOLTRE CHE L'UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE E' CHIUSO IL SABATO. I CORRIERI POTRANNO COMUNQUE DEPOSITARE I PLICHI ANCHE SABATO 3 AGOSTO P.V., ENTRO LE ORE 13,30, PRESSO L'UFFICIO SEGRETERIA DEL SINDACO, SITUATO IN PIAZZA MATTEOTTI, 8, SECONDO PIANO.AI PLICHI VERRA' ATTRIBUITA L'ORA DI CONSEGNA, MENTRE L'ASSEGNAZIONE DEI PROTOCOLLI AVVERRA' LUNEDI' 5 ENTRO LE ORE 12,00.

 

F.A.Q.

Quesiti del 29.06.2013
1) D. Quante sono le unità richieste dal bando, che il gruppo deve aver utilizzato in misura doppia negli ultimi tre anni?
R. LE UNITA’ PREVISTE DAL BANDO PER LO SVOLGIMENTO DELL’INCARICO SONO PARI A 6. IL POSSESSO DEL REQUISITO DI CUI AL P.TO III.2.3 LETT. B) – E CIOE’ IL NUMERO MEDIO ANNUO DEL PERSONALE TECNICO UTILIZZATO  NEGLI ULTIMI TRE ANNI PARI A DUE VOLTE LE UNITA’ PREVISTE NEL PRESENTE BANDO- E’ DUNQUE DIMOSTRATO CON 12 UNITA’.
2) D. Quante sono dunque le unità che deve aver utilizzato quindi il capogruppo?
R. IN CASO DI RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO LE UNITA’ UTILIZZATE DAL  CAPOGRUPPO NEGLI ULTIMI TRE ANNI DEVONO ESSERE PARI AL 55% DI 12 E  QUINDI 7.
3) D. Le professionalità richieste possono in qualche caso coincidere con la stessa persona (es. esperto in pianificazione urbanistica e in valutazione; esperto in pianificazione urbanistica e attuativa).
R. SI, A CONDIZIONE DELLA DIMOSTRAZIONE DEL POSSESSO DEI REQUISITI PER OGNUNA DELLE PROFESSIONALITA’ RICHIESTE.
4) D. Può l’esperto in pianificazione attuativa e progettazione architettonica assumere il ruolo di capogruppo mandatario, pur riservando il ruolo di coordinatore del gruppio di lavoro all’esperto in pianificazione urbanistica?
R. SI.
5) D. Può, semmai debba risultare obbligatoriamente come capogruppo mandatario del raggruppamento temporaneo, l’esperto in pianificazione urbanistica “avvalersi” del requisito posseduto eventualmente da un altro componente il gruppo di lavoro, all’interno del raggruppamento stesso? R. SI, MA IN TAL CASO I REQUISITI NON POSSONO ESSERE FRAZIONATI (ART. 4 DISCIPLINARE)

Quesito del 02.07.2013
1) D. E' ammessa nel caso di raggruppamento temporaneo, la partecipazione di tutte le categorie di soggetti previste dall'art. 34 del D.Lgs. 163/2006 – compresi i soggetti del comma 1 punto a), come richiamato all'art. 3 (paragrafi dedicato ai raggruppamenti temporanei di soggetti) del disciplinare di gara?
R. NO, TRATTANDOSI DI APPALTO DI SERVIZI ATTINENTI ALL'ARCHITETTURA E ALL'INGEGNERIA, SONO AMMESSI A PERTECIPARE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE I SOGGETTI DI CUI ALL'ART. 90, COMMA 1, LETT. D), E), F), Fbis), G), H) DEL CODICE, COME STABILITO ALL'ART. 1 DEL DISCIPLINARE.

Quesiti del 03.07.2013
1) D. Le professionalità previste possono in alcuni casi essere assolte dalla stessa persona e in questo caso gli importi delle prestazioni minime devono essere sommati?
R. SI, UNO STESSO SOGGETTO PUO' COPRIRE PIU' PROFESSIONALITA' SE IN POSSESSO DI TUTTI I REQUISITI RICHIESTI PER OGNI ESPERTO ELENCATO NEL BANDO.
2) D. Qual'è il numero di unità previste per lo svolgimento dell'incarico, per la dimostrazione di aver avuto il doppio del personale negli ultimi tre anni?
R. VEDI RISPOSTA QUESITO DEL 29.06.2013
3) D. L'esperto in SIT può essere un collaboratore abituale dello studio il cui fatturato è sempre verso il mio studio?
R. SI PURCHE' IN POSSESSO DEI REQUISITI RICHIESTI ED IL FATTURATO SIA RIFERITO ALLA SPECIFICA ATTIVITA'. SI TENGA CONTO CHE PER LA DIMOSTRAZIONE DEL POSSESSO DEL REQUISITO DI CAPACITA' TECNICO ORGANIZZATIVA L'ESPERTO DOVRA' PRESENTARE I CERTIFICATI  ATTESTANTI LE PRESTAZIONI PROFESSIONALI RICHIESTE DAL BANDO,  RILASCIATI E VISTATI DALLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (ART. 4  DISCIPLINARE)
4) D. Fino a che data è possibile porre questiti?
R. AI QUESITI PERVENUTI FINO AL 20 LUGLIO VERRANNO FORNITI I RELATIVI CHIARIMENTI. A QUELLI CHE PERVERRANNO SUCCESSIVAMENTE A TALE  DATA VERRANNO FORNITE RISPOSTE SOLO COMPATIBILMENTE ALLE ALTRE ATTIVITA' ISTITUZIONALI E AGLI ORARI DI UFFICIO E COMUNQUE FINO AL 26 LUGLIO.

Quesito del 10.07.2013
1) D. Il quesito è riferito alla figura professionale dell'esperto in materia agronomica-forestale e valutazione di incidenza di cui al punto III.2.3)_e. Il bando definisce i requisiti di esperienza professionale dello stesso, ma non quelli relativi ai titoli accademici: l'esperto può essere anche un laureato in Scienze Naturali?
R. NO, L'ESPERTO IN MATERIA AGRONOMICA-FORESTALE DEVE ESSERE UN LAUREATO ISCRITTO AL RELATIVO ALBO-ORDINE PROFESSIONALE (ART. 4 DISCIPLINARE)

Quesiti del 10.07.2013
1) D. Nel caso di partecipazione in R.T.I., si chiede se il soggetto designato quale mandatario/capogruppo debba necessariamente possedere uno o più requisiti indicati ai punti a, b, c, d, e, f.
R. SOLO NEL CASO IN CUI IL MANDATARIO INTENDA SVOLGERE UNA O PIU' PROFESSIONALITA' RICHIESTE DAL BANDO E SIA IN POSSESSO DI TUTTI I  REQUISITI RICHIESTI PER QUELLE PROFESSIONALITA'.
2) D. In particolare, si chiede di specificare se il capogruppo debba possedere almeno il requisito di cui alla lettera a (esperto in pianificazione urbanistica, perequazione, diritto urbanistico ed economia territoriale), definibile come “prestazione principale” dell’appalto.
R. L'ESPERTO DI CUI ALLA LETT. A) DOVRA' SVOLGERE LA FUNZIONE DI COORDINATORE DEL GRUPPO DI LAVORO, MENTRE LA FUNZIONE DI  CAPOGRUPPO/MANDATARIO PUO' ESSERE SVOLTA DA QUALSIASI   PROFESSIONALITA' RICHIESTA DAL BANDO. IL BANDO NON INDIVIDUA  “PRESTAZIONI PRINCIPALI” E “PRESTAZIONI SECONDARIE”, TUTTE LE  COMPETENZE CONCORRONO CON UGUALE IMPORTANZA ALLA FORMAZIONE   DEGLI STRUMENTI URBANISTICI.
3) D. Si chiede di confermare se la richiesta di “servizi analoghi (…) per analoghe dimensioni e morfologia” rispetto al Comune di Greve in Chianti debba essere riferita ad ogni figura professionale e quindi ai corrispettivi due lavori di punta per ciascuna attività.
R. SI, LA RICHESTA E' RIFERITA AD OGNI FIGURA PROFESSIONALE.
4) D. Vista la stringenza del bando rispetto ai requisiti minimi di partecipazione e alla necessità di computare “servizi analoghi (…) per analoghe dimensioni e morfologia” rispetto al Comune di Greve in Chianti, si chiede se sia possibile dichiarare e prendere in considerazione servizi di pianificazione (ad esempio con riferimento ai servizi di V.A.S. o V.I. di cui al punto b) riferiti a piani o progetti di valorizzazione/riqualificazione/sviluppo del territorio comunque collegati agli strumenti urbanistici comunali vigenti
R. NO, IL BANDO RICHIEDE A TUTTI GLI ESPERTI LA DIMOSTRAZIONE DI AVER SVOLTO INCARICHI DI REDAZIONE DI PIANI STRUTTURALI O REGOLAMENTI URBANISTICI. SOLO L'ESPERTO IN PIANIFICAZIONE ATTUATIVA E PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA DOVRA' DIMOSTRARE DI  AVER REDATTO UN PIANO ATTUATIVO E UN INCARICO DI SCHEDATURA  DEL PATRIMONIO EDILIZIO (BANDO ART. III.2.3 LETT. c)).

Quesito del 12.07.2013
1) D. Partecipando alla procedura in Raggruppamento Temporaneo da Costituirsi la presa visione può essere fatta dal Mandante con delega del Capogruppo?
R. SI, PURCHE' IL MANDANTE E IL MANDATARIO MANTENGANO I RUOLI NEL RAGGRUPPAMENTO CHE VERRA' COSTITUITO ED IL MEDESIMO RAGGRUPPAMENTO SIA FORMALIZZATO IN FASE DI GARA O VI SIA L'IMPEGNO A FORMALIZZARLO.

Quesiti del 15.07.2013
1) D. Con riferimento al bando di gara di cui all'oggetto (rif.CODICE CIG 5188318F71) con la presente richiedo chiarimenti relativamente alla verifica della capacità economico-finanziaria e cioè se al computo delle prestazioni urbanistiche del capogruppo concorrono anche incarichi per la redazione di piani attuativi sia di natura pubblica che privata, oltre ai requisiti minimi richiesti dal bando. Inoltre sempre per la medesima verifica osservo che l'importo a base d'asta comprende anche prestazioni multidisciplinari e quindi richiedo se la percentuale richiesta per il capogruppo in caso di RTP, sia confermata comunque al 55% (determinata cioè dalla somma di prestazioni di diversa natura) anche nel caso che il capogruppo non rappresenti le prestazioni prevalenti richieste dal bando.
R. LA VERIFICA DELLA CAPACITA' ECONOMICO FINANZIARIA E' RIFERITA AL GRUPPO DI LAVORO CHE DOVRA' POSSEDERE IL FATTURATO INDICATO ALL'ART. III.2.2 DEL BANDO, RELATIVO A SERVIZI ATTINENTI IL MEDESIMO  SETTORE OGGETTO DI GARA (REDAZIONE DI VARIANTE AL PS E AL RU). IL 55% DEL FATTURATO DEVE ESSERE POSSEDUTO DAL MANDATARIO. SI RICORDA LA POSSIBILITA' DI AVVALIMENTO DI CUI ALL'ART. 5 DEL DISCIPLINARE.

Quesiti del 15.07.2013
1) D. L’esperto in pianificazione urbanistica, perequazione, diritto urbanistico ed economia territoriale è rappresentato da una unica figura professionale, in altri termini da una sola persona? Come viene comprovata in tal caso la competenza in materie che appartengono a diversi corsi di laurea?
R. SI E' UN'UNICA PERSONA. L'ESPERTO DI CUI ALLA LETT. A) PAR. III.2.3 DEL BANDO DEVE DIMOSTRARE LA COMPETENZA NELLA SOLA MATERIA DI PIANIFICAZIONE URBANISTICA (DISCIPLINARE ART. 4)
2) D. L’esperto in pianificazione attuativa e progettazione architettonica deve avere redatto almeno un piano attuativo e aver avuto in affidamento almeno un incarico di schedatura del patrimonio edilizio inteso nell’ambito della formazione di Piani Strutturali e /o Regolamenti Urbanistici o piani sovraordinati di Province e Regioni o equivalenti in ambito nazionale o comunitario. L’incarico deve essergli stato dato dall’Amministrazione procedente alla formazione dell'atto di pianificazione o  anche dal professionista direttamente incaricato della redazione del Piano?
R. L'ESPERTO IN PIANIFICAZIONE ATTUATIVA E PROGETTAZIONE  ARCHITETTONICA PUO' AVER RICEVUTO L'INCARICO ANCHE DAL PROFESSIONISTA INCARICATO DELLA REDAZIONE DEL PIANO, FERMO RESTANDO IL POSSESSO DI TUTTI I REQUISITI RICHIESTI DAL BANDO. (VEDI ANCHE RISPOSTA N. 3 AL QUESTITO DEL 03 LUGLIO)
3) D. La schedatura del patrimonio edilizio inteso nell’ambito della formazione di Piani Strutturali e /o Regolamenti Urbanistici o piani sovraordinati di Province e Regioni o equivalenti in ambito nazionale o comunitario può essere l’insieme di attività e di documentazione svolto dall’incaricato dell’atto di pianificazione a cui la schedatura si riferisce o deve essere oggetto di uno specifico e autonomo incarico rispetto all’atto di pianificazione a cui si riferisce?
R. L'INCARICO DI SCHEDATURA DEVE ESSERE SPECIFICO E AUTONOMO RISPETTO ALL'ATTO DI PIANIFICAZIONE.
4) D. Un piano particolareggiato di iniziativa pubblica è strumento urbanistico attuativo ai sensi della legislazione nazionale vigente in materia. In caso di prevalenza dei contenuti naturalistici e di tutela in un piano particolareggiato, rispetto a quelli architettonici e di nuova costruzione, l'incarico relativo ad un simile strumento può essere comprovante del requisito per l'esperto in Pianificazione attuativa e progettazione architettonica?
R. SI. IL BANDO NON PONE LIMITI E RESTRIZIONI ALLA TIPOLOGIA DEI PIANI ATTUATIVI UTILI PER LA DIMOSTRAZIONE DEL REQUISITO DI CAPACITA' TECNICO PROFESSIONALE.
5) D. Per quanto riguarda la figura dell'esperto in sistemi informativi territoriali, si ritiene assolto il requisito avendo avuto in affidamento almeno due (2) incarichi di informatizzazione (consistente nella predisposizione delle cartografie tematiche, gestione delle banche dati costituite da progetti in ambiente GIS, articolazione in cartelle e sottocartelle) con successiva pubblicazione sul web dei formati raster?
R. SI, IL BANDO NON DEFINISCE IL FORMATO USATO
6) D. In riferimento alla compilazione del Modello A (ISTANZA), in caso di partecipazione sotto forma di ATI da costituire, tale modello deve essere uno per tutti i componenti l'ATI, oppure ogni componente deve predisporre un modello A? Nel caso che vi sia un unico modello A da compilare per tutti i componenti dell'ATI, al punto 3 del modello, per la dicitura "rapporto giuridico" va inteso se il soggetto facente parti dell'ATI da costituire è Mandante o Mandatario?
R. IL MODELLO A, COME GLI ALTRI MODELLI CHE CONTENGONO  DICHIARAZIONI/OFFERTE, DEVONO ESSERE COMPILATI/SOTTOSCRITTI

Quesito del 16.07.2013
1) D. Requisito di capacita tecnico-professionale - due servizi analoghi espletati per comuni con dimensioni abitanti 10.000-20.000, estensione territoriale 17.000 ha, si chiede se eventuali servizi espletati per comuni con abitanti ed estensione meggiore a quella richiesta soddisfano il requisito.
R. SI, PURCHE' SIANO SEMPRE RAPPORTATI AI DATI REALI DEL COMUNE, RIPORTATI ALL'ART. 5 DEL CAPITOLATO (14.271 ABITANTI E 16.900 HA), INDICATIVI DELL'ORDINE DI GRANDEZZA.
2) D. Esperto in pianificazione attuativa e schedatura del patrimonio (vedi pag. 7 del bando di gara) si chiede se un unico professionista deve avere un servizio per piani urbanistici e un servizio per schedatura del patrimonio  o se soddisfa il requisito richiesto anche la presenza di due professionisti,uno che abbia  piani urbanistici e uno schedatura del patrimonio.
R. IL REQUISITO PUO' ESSERE POSSEDUTO DA DUE PROFESSIONISTI SOLO SE APPARTENGONO ENTRAMBI AD UNO DEI SOGGETTI COSTITUENTI IL  RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO O SI PRESENTANO IN FORMA DI CONCORRENTE SINGOLO, IN CASO CONTRARIO I DUE SERVIZI NON SONO FRAZIONABILI.
3) D. Nel caso in cui il Capogruppo di un Costituendo Raggruppamento Temporaneo non possiede il requisito relativo al personale tecnico nella misura del 55%, si richiede se sia possibile ricorrere all'avvalimento avvalendosi del requisito posseduto da una delle mandanti dello stesso Costituendo Raggruppamento Temporaneo.  R.  SI, MA IN QUESTO CASO I REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DEVONO ESSERE   POSSEDUTI DALL'IMPRESA AVVALSA IN MISURA SUFFICIENTE A CONSENTIRLE SIA LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA COME CONCORRENTE IN RTI CHE LA PARTECIPAZIONE IN QUALITA' DI IMPRESA AUSILIARIA NELL'AMBITO DEL MEDESIMO RTI, INFATTI E' ESCLUSO L'UTILIZZO DELLO STESSO REQUISITO PER PIU' DI UNA VOLTA.

Quesito del 17.07.2013
1) D. La documentazione attestante l'adeguatezza dell'offerta mediante l'illustrazione di tre servizi (schede formato A3, non più di cinque pagine per servizio) debbono essere redatte esclusivamente dall'esperto in pianificazione urbanistica, oppure ogni esperto richiesto dal bando dovrà redigere le proprie schede A3?
R. I TRE SERVIZI UTILI A COMPROVARE L'ADEGUATEZZA DELL'OFFERTA DI CUI ALLA LETT. A PAR. IV.2 DEL BANDO SONO RICHIESTI AL “CONCORRENTE”, INTESO QUALE SOGGETTO UNITARIO CHE FORMULA UNA UNICA OFFERTA. I TRE SERVIZI PERTANTO DOVRANNO ESSERE REDATTI DAL COORDINATORE DEL GRUPPO DI LAVORO, CIOE' DAL PIANIFICATORE.
2) D. La documentazione relativa agli interventi ritenuti significativi (schede formato A3) può essere stata adottata in un periodo superiore ai 10 anni?
R. SI, IL PERIODO DI 10 ANNI E' PRESCRITTO SOLO PER I SERVIZI RICHIESTI QUALI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA.

Quesiti del 18.07.2013
1) D. Possiamo eliminare le voci che non ci interessano per via della ns. partecipazione in ATI tipo in caso di libero professionista, in caso di società ecc.?
R. I MODELLI SONO STATI PREDISPOSTI PER FACILITARE LA  PARTECIPAZIONE, MA NON SONO OBBLIGATORI. SI TENGA CONTO CHE IN CASO DI RTI L'ISTANZA DEVE ESSERE COMPILATA DA OGNI COMPONENTE DEL GRUPPO DI LAVORO
2) D. Nell’istanza va applicata la marca da bollo ogni 100 righe o è sufficiente una marca per l’intera istanza?
R. E' SUFFICIENTE UNA MARCA DA BOLLO.
3) D. Dichiarazione C punto 3) capacità economico finanziaria: - per fatturato globale si intende solo le fatture emesse nell’anno?
R. IL FATTURATO GLOBALE E' IL REDDITO DERIVANTE DALL'ATTIVITA', CHE DOVRA' ESSERE DIMOSTRATO, IN UNA EVENTUALE FASE DI VERIFICA, ATTRAVERSO I BILANCI E I MODELLI UNICO.
4) D. - per ogni impresa mandante facciamo la tabellina per ognuno?
R. SI

Quesito del 19.07.2013
1) D. E' ammesso, ai fini della dimostrazione della capacità tecnico-professionale, per una delle professionalità individuate dal bando quali esperti (punto III.2.3) l’avvalimento dei requisiti di un altro soggetto con competenze specifiche nel settore nel caso in cui tale soggetto – in possesso di alta specializzazione nel settore indicato - non sia tra i soggetti di cui all’art. 90, comma 1 lett. d), e), f), fbis), g), h) del d.lgs. 163/2006 ma rientri comunque nelle tipologie di soggetti previste dall’art. 34 del d.lgs. 163/?
R. SI, PER LA DIMOSTRAZIONE DEL POSSESSO DEI REQUISITI TECNICI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA IL SOGGETTO PARTECIPANTE ALLA GARA,  PUO' AVVALERSI DEI REQUISITI DI UN ALTRO SOGGETTO ANCHE SE QUEST'ULTIMO NON FA PARTE DEI SOGGETTI DI CUI ALL'ART. 90. L'AVVALIMENTO E' AMMISSIBILE CON RIGUARDO AI SOLI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE (CON ESCLUISIONE DEI REQUISITI SOGGETTIVI), MENTRE NON PUO' ESSERE UTILIZZATO IN RELAZIONE AGLI ELEMENTI DELL'OFFERTA (TRE SERVIZI DI CUI AL PAR. IV.2, LETT. A DEL BANDO A CUI DOVRA' ESSERE ATTRIBUITO UN PUNTEGGIO)  

Quesito del 22.07.2013
1) D. Nel bando all’art. IV.3 “informazioni di carattere amministrativo”, viene richiesta la spedizione solo per raccomandata con prova di consegna, a pena di esclusione. Invece all’art.8 del disciplinare viene citato “anche mediante agenzia di recapito autorizzata” ovvero corriere. Le chiedo si può utilizzare un corriere/agenzia di recapito autorizzata per il recapito?
R. SI, ESSENDO PREVISTO DAL DISCIPLINARE, PARTE INTEGRANTE DEI DOCUMENTI DI GARA.

Quesito del 22.07.2013
1) D. In relazione alla attivita’ previste per nell’Art 3 del capitolato (in special modo per la parte web) e’ possibile avvalersi (in Ati o come sub appalto) della collaborazione di societa’ di capitali (non società di professionisti e di società di ingegneria) con esperienza pluriennale, in affiancamento a professionisti, nella produzione di GIS e SIT professionali sia client che web?
R. VEDI RISPOSTA AL QUESITO DEL 17 LUGLIO. IL BANDO NON AMMETTE IL  SUBAPPALTO
2) D. All’articolo 3 del capitolato vien citato < Il servizio di informatizzazione ……………………. …………………….mappe per il web, costruzione degli ipertesti normativi e dei db di transcodifica.>    Non e’ chiaro se l’attivita’ debba essere eseguita su infrastruttura gia’ esistente messa a disposizione dell’Ente oppure su altra piattaforma messa a disposizione dal vincitore dell’appalto?    La successiva frase < Le specifiche saranno opportunamente dettagliate successivamente     all’affidamento dell’incarico da parte dell’Ufficio i Piano dell’Amministrazione Comunale, ed integrate dalle proposte formalizzate in sede di offerta dell'appaltatore.> si fa’ presente non chiarisce se che vince la gare deve dotarsi o meno di una soluzione infrastrutturale e quale?
R. L'ENTE NON DISPONE DI ALCUNA INFRASTRUTTURA. IL SERVIZIO E' INTERAMENTE DA FORMULARE NELL'OFFERTA QUALE ELEMENTO TECNICO MIGLIORATIVO DELLA PROPOSTA METODOLOGICA. NON SI COMPRENDE BENE LA SECONDA PARTE DELLA DOMANDA: SI PRESUME CHE L'AGGIUDICATARIO SIA GIA' DOTATO DI UNA SOLUZIONE  INFRASTRUTTURALE HARDWARE/SOFTWARE/WEB, CHE PERMETTA ALMENO DI PARTECIPARE ALLA GARA.    IN FASE CONTRATTUALE DOVANNO     ESSERE DISCIPLINATE LE PRESTAZIONI MIGLIORATIVE PROPOSTE DALL'AGGIUDICATARIO IN FASE DI OFFERTA E CONCORDATE LE MODALITA' DI TRASFERIMENTO/GESTIONE/USO DEI DATI E DELL'INTERFACCIAWEB APERTA. 

Quesito del 23.07.2013
1) D. Al par. III.2.3 del bando di gara, punto e. si precisa che l’esperto in materia agronomica-forestale e valutazione d’incidenza deve aver avuto in affidamento almeno due (2) incarichi di redazione degli studi agronomici-pedologici e forestali oltre studi di incidenza di supporto ai Piani Strutturali e relative varianti generali e/o Regolamenti Urbanistici generali e relative varianti o piani sovraordinati di Province e Regioni o equivalenti in ambito nazionale o comunitario, per un importo complessivo non inferiore ad € 9.600,00.Si richiede se può essere accettabile che l'esperto in questione abbia redatto n. 2 studi agronomici di supporto a Piani Strutturali oltre a n.1 studio di incidenza.
R. SI.

Quesito del 23.07.2013
1) D. L'art. 1 del Disciplinare di gara prevede l'affidamento della gara ai soggetti di cui all'art. 90 comma 1 lett. d), e), f), fbis), g), h) del D. Lgs. 163/2006. Lo stesso Disciplinare all'art. 3 fa riferimento agli art. 34, 35, 36 e 37 del D. Lgs.163/2006 e quindi fa riferimento anche a"imprenditori individuali, anche artigiani, le società commerciali, le società cooperative". All'art. 4 del Disciplinare nella sezione Requisiti di idoneità professionale si fa riferimento all'art. 39 del D. Lgs. 163/2006 che prevede l'scrizione nel registro della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura o in alternativa nel registro delle commissioni provinciali per l'artigianato, o in alternativa presso i competenti ordini professionali.    Si chiede quindi: se all'interno di un RTI costituendo composto da società di professionisti e     da professionisti è ammessa la partecipazione di una società (non società di professionisti,     ma srl semplice con oggetto sociale che prevede l'esecuzione dei servizi previsti dal bando) i     cui soci sono un architetto iscritto all'ordine e un professore universitario con laurea in     architettura e non iscritto all'ordine. Se è ammessa la partecipazione, che ruolo può avere la     società: mandante? consulente? altro?
R. NO, IL BANDO AMMETTE LA PARTECIPAZIONE DEI SOLI SOGGETTI DI CUI  ALL'ART. 90. E' FATTA SALVA LA POSSIBILITA' DI AVVALIMENTO PREVISTA DALL'ART. 5 DEL DISCIPLINARE (VEDI ANCHE RISPOSTE AI PRECEDENTI  QUESITI)
2) D. Sempre all'art. 4 del Disciplinare nella sezione Requisiti di idoneità professionale, è richiesto che ogni professionista in base alle proprie competenze e responsabilità risulti iscritto al rispettivo ordine professionale, qualora previsto dalla legge. Nel caso in cui la società di cui al quesito 1) non possa partecipare, chiediamo se è ammessa la partecipazione all'interno di un RTI di un professore universitario di Estimo, non iscritto all'ordine degli architetti, come esperto di perequazione urbanistica la cui esperienza può essere sicuramente dimostrata dal cv.
R. VEDI RISPOSTA AL QUESITO DEL 15 LUGLIO. L'ESPERTO PIANIFICATORE, IN POSSESSO DELLA CAPACITA' TECNICO PROFESSIONALE RICHIESTA (DUE INCARICHI DI REDAZIONE DI PS, RU.., NEL RUOLO DI PROGETTISTA-COORDINATORE), DEVE ESSERE ISCRITTO AL RISPETTIVO ORDINE.

Quesito del 23.07.2013
1) D. nella sezione IV.2) Criteri di aggiudicazione del Bando alla lettera A, nel caso di Raggruppamento Temporaneo di Professionisti da costituirsi appositamente per il bando in oggetto, cosa si deve intendere per "concorrente"? Quando si parla di tre servizi affini a quello oggetto di gara, ritenuti dal concorrente significativi della propria capacità a realizzare la prestazione, si deve intendere ciascun componente del raggruppamento ognuno per le sue competenze (quindi si avrebbero anche differenti servizi affini per l'urbanistita ed il geologo ad esempio) oppure il concorrente è l'intero Raggruppamento e quindi obbligatoriamente dovrebbe aver lavorato almeno a tre lavori insieme?
R. VEDI RISPOSTA AL QUESITO PRECEDENTE

Quesito del 23.07.2013
1) D. Per la partecipazione alla gara bisogna dimostrare di avere svolto negli ultimi 10 anni precedenti alla data di scadenza del bando almeno due servizi analoghi, per un importo non inferiore a 0,80 volte l’importo stimato dei servizi posti a base di gara. Può essere considerato valido ai fini dell’esperienza maturata il servizio svolto nell’ambito dell’Amministrazione pubblica quale Dirigente all’urbanistica e Responsabile di ufficio di piano per la Redazione di Piani Strutturali Comunali, ecc. (contratto dirigenziale di diritto privato)? Il ruolo è stato oltre che di responsabile del piano, di co-progettista assieme ai consulenti esterni e ai componenti dell’ufficio di piano. Oggi comunque la partecipazione al bando di gara sarebbe quale libero professionista.
R. SI, PURCHE' IN POSSESSO DI TUTTI I REQUISITI RICHIESTI DAL BANDO.
2) D. Il valore economico pari allo 0,80 può essere considerato il compenso preso nello svolgimento di questo ruolo?
R. IL VALORE ECONOMICO E' RIFERITO ALLE SOLE PRESTAZIONI PROFESSIONALI RICHIESTE DAL BANDO (REDAZIONE DI DUE SERVIZI), E, IN CASO DI VERIFICA, DOVRA' ESSERE DIMOSTRATO COME DA ART. 4 DEL DISCIPLINARE

Quesito del 23.07.2013
1) D. in riferimento al bando in oggetto, si richiede chiarimenti rispetto al modello della riduzione economica e di offerta dei tempi.    Nello specifico si richiede se è corretto indicare il tempo offerto, sia che esso venga espresso     in mesi o in giorni, con il decimale. Soprattutto per quanto riguarda l'offerta indicata in gg,     ci si chiede se il giorno vada approssimato per difetto o per eccesso per giungere ad indicare     "giorni interi" oppure se deve essere mantenuta la porzione di giorno che verrebbe dalla     percentuale di ribasso.
R. I GIORNI DEVONO ESSERE INDICATI “INTERI”: IL TEMPO OFFERTO DOVRA' ESSERE “TRADOTTO” IN DATE DI CONSEGNA DELLE VARIE FASI PREVISTE PER LA FORMAZIONE DEGLI STRUMENTI ED INSERITE NELL'ART. 3 DELLO SCHEMA DI CONTRATTO.

Quesito del 25.07.2013
1) D. in riferimento al bando in oggetto, si richiede chiarimenti rispetto al numero di unità annue da dimostrare nel caso in cui una stessa persona fisica ricopra due o più figure professionali. Nello specifico si vorrebbe capire se, nel caso che il capogruppo sia un singolo professionista che copre 3 figure professionali, egli possa essere conteggiato già lui stesso  come 3 unità delle 7 che deve dimostrare.
R. IL PROFESSIONISTA IN QUALITA' DI CAPOGRUPPO/MANDATARIO DOVRA'  POSSEDERE IL 55% DEL REQUISITO E LUI STESSO NON POTRA' ESSERE  CONTEGGIATO. LA RESTANTE PERCENTUALE DEVE ESSERE POSSEDUTA CUMULATIVAMENTE DALLE MANDANTI CON PERSONALE ULTERIORE RISPETTO A QUELLO UTILIZZATO DALLA MANDATARIA.

 
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!