È stato portato a termine il restauro dell’antico organo della Pieve di San Cresci da parte della prestigiosa ditta Vincenzo Mascioni di Cuvio (Varese)

foto

vai ]

 

Il Chianti - a spasso per Greve in Chianti

Il Chianti e la letteraturaChianti innevato

Bino Sanminiatelli; da “ La vita in campagna”, Longanesi, Milano, 1980
“….fra orti, giardini e ulivi regolati dall’arte amabile del potare, si snodano sui colli, vie così in pace che sembrano dimenticate, dove si procede fra meravigliose scoperte di cose sempre uguali e sempre impreviste”.
“….anche le case su questi colli sentono le stagioni. Sono case di pietra ……case del tempo in cui eran qui contadi e baronie…”.Sulle mura massicce che preservano dalle stagioni contrarie, maturano i capperi e abita un cipresseto rachitico, duro come di materia fossile”.
“…Nei borghi che eran castelli t’accompagnano le facciate nere e stemmate dei palazzotti asserragliati lungo le viuzze a erta, tra volte e archetti. A ogni angolo si apre una nuova prospettiva , ci si poggia al particolare come alla rivelazione di una cosa preziosa”.
Il Chianti “…..E’ una regione chiusa da una barriera di monti. Non sono erti, ma selvaggi e custodiscono tante memorie e così gelosamente che la luce stessa è più severa, quasi accigliata. E le memorie fanno da fortezza. S’è cacciata da secoli in queste valli ed è animata da una vita segreta a cui bisogna essere iniziati…”


Giovanni Papini; da “Un uomo finito”, Vallecchi, Firenze, 1912
“…..Oltre a’ libri ed a’ morti debbo l’anima mia agli alberi e a’ monti. La campagna mi educò quanto la biblioteca”.


Ranuccio Bianchi Bandinelli:

“ Per secoli, generazioni di frati e contadini hanno raspato questo terreno e atteso a questi lavori, e oggi al passante tutto appare un giardino. Il potare gli olivi e le viti, il piegare i capi e legarli, è un’arte…ogni colpo di forbice vuol essere stato pensato. O, veramente, non pensato….ma piuttosto ‘sentito’, raggiunto per intuizione. E il risultato non deve soddisfare soltanto la tasca al tempo in cui si effettua il raccolto, ma anche, prima e sempre l’occhio.
Intuizione come movente, soddisfazione dell’occhio come risultato, questo si chiama arte”.

Foto gentilmente concessa da Luca Cappelli

Informazioni:
Ufficio Cultura

tel. 055 8545245 - e-mail: m.covino@comune.greve-in-chianti.fi.it
Ufficio Informazioni Turistiche:

tel. 055 8546299 - e-mail: info@turismo.greveinchianti.eu
 
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!