Notizie in Evidenza

Toscana in Zona arancione, ma l'area metropolitana di Firenze (compreso il Comune di Greve in Chianti) resta in Zona rossa fino alle ore 14.00 di sabato 17 aprile

A partire da lunedì 12 aprile la Toscana diventa Zona arancione, ma restano in Zona rossa la Città metropolitana di Firenze e la Provincia di Prato, i comuni di San Miniato, Montopoli in Val d’Arno, Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto parte della Provincia di Pisa ma compresi nella zona socio sanitaria Valdarno Empolese Valdelsa, i comuni di Poggibonsi, San Gimignano, Colle di Val d’Elsa, Casole d’Elsa, Radicondoli compresi nella zona socio sanitaria Alta Vald’elsa, Provincia di Siena. Tali restrizioni saranno in vigore fino alle ore 14.00 di sabato 17 aprile.

In fascia rossa non si può uscire dalla propria abitazione se non per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Per qualsiasi spostamento, anche all'interno del Comune di residenza, in qualsiasi fascia oraria, è necessaria l’autocertificazione, scaricabile dal sito del ministero dell’Interno.

Ricordiamo che in zona rossa non si può uscire dalla propria abitazione se non per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Per qualsiasi spostamento, anche all'interno del Comune di residenza, in qualsiasi fascia oraria, è necessaria l’autocertificazione, scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno.

Vietate le visite a parenti e amici
In base al Dpcm del 2 marzo non si possono raggiungere abitazioni private, nemmeno una volta al giorno. Quindi niente visite ad amici o parenti. A meno che non si tratti di persone non autosufficienti che necessitino di aiuto o assistenza (si rientra nei casi di necessità, ndr). Si può sempre fare rientro presso la propria residenza o domicilio.

Sì al rientro nell seconde case
Si può fare rientro nelle seconde case di proprietà o in affitto (non valgono gli affitti brevi). Occorre provare di avere titolo di affitto o proprietà precedente al 14 gennaio.

Negozi chiusi (ma edicole, ferramenta e librerie aperte)
Sono chiusi i negozi al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità. Sono chiusi i mercati, i negozi di abbigliamento, di calzature e gioielli. Così come sono chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici. Ma sono aperti ipermercati, supermercati, discount. Come pure edicole, tabaccai, librerie, farmacie e parafarmacie, negozi di computer, elettronica, elettrodomestici, ferramenta, pompe di benzina, negozi di biancheria e di giocattoli, vivai.

Bar e ristoranti chiusi (ma ok a asporto e consegna a domicilio)
Niente servizio al tavolo in bar e ristoranti. Resta consentita fino alle 22 la sola ristorazione con consegna a domicilio o asporto (con divieto di consumazione nelle adiacenze). Consentito l’asporto fino alle 18 dai bar. Asporto possibile fino alle 22 da enoteche e vinerie.

Terze medie e superiori in DAD
Dal 07/04/2021 riaprono in presenza, anche se in zona rossa, le scuole materne, elementari e le classi di prima media. Restano in didattica a distanza le seconde e terze medie e tutte le scuole superiori. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

OK all’attività motoria vicino casa
È possibile fare attività motoria (dunque passeggiare) in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo della mascherina. È consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all'aperto e in forma individuale. Rimangono chiuse palestre e piscine.

Uffici comunali

Si ricorda che in zona rossa anche gli spostamenti all'interno del proprio comune di residenza devono avere il requisito della necessità. Pertanto anche gli spostamenti in Comune per richiedere certificazioni o documenti devono rispondere al requisito di necessità. Si ricorda a tal fine che la validità dei documenti è confermata fino al 30 aprile.
 
Biblioteca Comunale
Dal 29 marzo non è consentito l'accesso alla biblioteca. Rimane attivo servizio di prestito da asporto fuori dalla biblioteca, previa prenotazione telefonica al numero 0558546433 o tramite mail all'indirizzo biblioteca@comune.greve-in-chianti.fi.it. Catalogo on-line della Biblioteca sul sito del Comune di Greve -> http://opac.comune.firenze.it/easyweb/w2001/index.php?scelta=campi&&biblio=RT10AR&lang=)
Catalogo collettivo Sdiaf (http://opac.comune.firenze.it/easyweb/w2001)

Vai alla scheda Anci Toscana con le misure in vigore fino al 17 aprile 2021

Per maggiori informazioni sui divieti e gli spostamenti consentiti in zona rossa, è possibile consultare le  FAQ del Governo.



<< Back

 
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!