Notizie in Evidenza

SIA, un Sostegno per l'Inclusione Attiva

A partire dal 2 Settembre sarà introdotto su tutto il territorio nazionale il Sostegno all'Inclusione Attiva (SIA), una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un contributo economico mensile alle famiglie tramite una carta di pagamento elettronica e la definizione di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.

I nuclei familiari dei richiedenti non devono essere già beneficiari di altro tipo di sostegno economico superiore a 600 € mensili o del sostegno NASPI o ASDI o di altro strumento di sostegno al reddito per disoccupazione.
I componenti del nucleo familiare del richiedente non devono inoltre possedere autoveicoli immatricolati  nei 12 mesi antecedenti la domanda o comunque di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda.
La richiesta del beneficio SIA dovrà essere presentata ai Comuni di residenza, compilando l'apposito modulo predisposto da INPS e disponibile sul sito dei Comuni.

REQUISITI DEL RICHIEDENTE

- Requisiti anagrafici:
essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
essere residente in Italia da almeno 2 anni.

Il nucleo familiare del richiedente deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:
presenza di almeno un minorenne
presenza di un disabile e di un suo genitore
presenza di una donna in stato di gravidanza (nel caso sia l'unico requisito, la domanda non può essere presentata prima di 4 mesi dalla data presunta del parto, attestato da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica).

- Requisiti economici:
ISEE inferiore a 3.000,00 euro
non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti (il valore complessivo di altri trattamenti economici eventualmente percepiti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, deve essere inferiore a 600,00 euro mensili);
non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati NASPI, ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito disoccupati);
assenza di beni durevoli di valore: nessun componente della famiglia deve possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda.

MODALITA' DI RICHIESTA
Le domande compilate su apposito modulo predisposto dall'INPS e disponibile presso il Comune di residenza e sul relativo sito istituzionale, possono essere presentate a decorrere dal 2 Settembre 2016 presso l'ufficio Protocollo del Comune, in Piazza Mattoetti n. 7. Consulta qui gli orari di apertura al pubblico.

ITER PROCEDURA
Entro 15 giorni dalla ricezione della domanda l'ufficio amministrativo comunale la inoltra all'INPS.

Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, sostenuto da una rete integrata di interventi individuati dai servizi sociali del Comune.
Se i componenti dei nuclei familiari non sottoscrivono il progetto oppure violano ripetutamente gli obblighi o assumono comportamenti inconciliabili con gli obiettivi, i Comuni possono stabilire la revoca o l'esclusione dal beneficio.

TEMPI
Il beneficio, se riconosciuto, viene accreditato a partire dal bimestre successivo a quello della richiesta, attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta SIA).

Normativa di riferimento
Decreto Interministeriale del 26.05.2016, n. 166

Info e contatti
Ufficio Sociale
Piazza G. Matteotti 8, Greve in Chianti
Tel. 055/8545216
email: v.ferruzzi@comune.greve-in-chianti.fi.it

Allegati
Modulo domanda
Decreto interministeriale 166/2016
Circolare INPS 133/2016



<< Back

 
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!